Mosaico Contemporaneo: Nel 900 molti artisti tra cui (Gaudi) restituiscono nel frattempo al mosaico una nuova vita in sintonia con i tempi moderni.
Di consegeuenza alcuni di loro fanno rinascere le dimensioni monumentali di sintesi del mosaico, il grande respiro in sintonia con l’architettura.
Altri sviluppano inoltre soluzioni di design, elementi d’arredo, pannelli e forme da inserire negli spazi della quotidianità.
Il mosaico contemporaneo non cela la discontinuità delle superfici allo stesso modo accentua spigoli bruschi, asperità o levigatezza della materia.
La grana dei materiali o materiali artificiali quindi ricorre al senso del tatto, oltre a quello della vista.
Il mosaico contemporaneo oggi e materia in pratica, diventa tessitura.
Il mosaico non e una pellicola ovviamente come la pittura, ma e un materiale per sua natura tridimensionale.
Gioca con la luce e le superfici su cui e applicato.
Può avere superficie liscia o ruvida, lucida, opaca o trasparente, colorata o monocroma a seconda dei materiali e del loro uso.

Materiali: Marmi, ciotoli e sassi, mattoni cotti, rame, vetri, smalti e paste vitree, ori.
Colori: I materiali offrono una gamma di colori quasi infinita.
Superfici: Ruvida, liscia, con asperità o con soluzioni levigate, dinamica, vibrata, spesso con forti contrasti di spessori.
Soggetti: Figurativi, astratti, sconfinanti nei più diversi temi.

Pin It on Pinterest

Share This